Progetto

Il progetto Crescendo per Rossini è nato nel 2010 ed è realizzato dal Rossini Opera Festival e dalla Fondazione Rossini, con il patrocinio della Provincia di Pesaro e Urbino e del Comune di Pesaro.

Esso nasce per avvicinare gli studenti delle Scuole Primarie e Secondarie di primo e secondo grado, fornendo loro gli strumenti conoscitivi necessari all’ascolto del melodramma, patrimonio culturale che caratterizza in modo specifico il nostro territorio grazie alla presenza del Conservatorio di Musica G. Rossini, della Fondazione Rossini e del Rossini Opera Festival.

Il percorso, coordinato dalla prof.ssa Claudia Rondolini, si articola in lezioni propedeutiche finalizzate alla conoscenza del compositore pesarese dal punto di vista storico ed artistico, ed altre mirate allo studio di un’opera, attraverso l’utilizzo di materiale audiovisivo.

È prevista inoltre una fase laboratoriale in cui gli studenti fanno propri gli elementi costitutivi di un’opera lirica: testo, musica, azione scenica. 
Per sensibilizzare gli studenti alla consapevolezza del patrimonio storico-culturale della città di Pesaro sono previste visite guidate ad alcuni dei luoghi legati alla figura del figlio più illustre della città: la Casa natale di Rossini, il Museo nazionale Rossini, la Biblioteca della Fondazione Rossini, il Teatro Rossini e il Conservatorio Rossini.

Il progetto si è progressivamente allargato all’Università degli Studi di Urbino e alle Scuole per l’infanzia di Pesaro.

IL TEAM


Referenti del progetto: Federica Bassani, Claudia Rondolini

Scuola dell’infanzia: Katia Natalini
Scuola primaria: Massimo Buonanno, Lorenzo Piscopiello, Marco Roveti, Elisabetta Tamburello
Scuola secondaria di primo grado: Federica Bassani, Isotta Grazzi, Katia Natalini, Claudia Rondolini
Scuola secondaria di secondo grado: Federica Bassani, Katia Natalini, Claudia Rondolini 
Casa Circondariale di Villa Fastiggi: Federica Bassani e Claudia Rondolini 
Centro Socio Educativo Riabilitativo Diurno Le Ville” di Montefelcino e “Villa Evelina” di  Lucrezia: Federica Bassani e Claudia Rondolini