Ranieri Massimo

Cantattore

Debutta al Rossini Opera Festival in
Cabaret Rossini

Ovvero “il cantattore” come ama definirsi, è nato a Napoli e da bambino cantava lungo i vicoli o nei ristoranti della città. Da scugnizzo a idolo delle ragazze di tutta Italia il passaggio fu veloce grazie al successo di Rose rosse. Debutta sullo schermo con Metello (regia di Mauro Bolognini) ed è un trionfo. Non ha ancora vent’anni e ha già vinto due Cantagiro e due Canzonissima. L’occasione di una sua seconda vita artistica nel teatro arriva nel 1975 da Peppino Patroni Griffi con Napoli chi resta e chi parte di Raffaele Viviani; da Giorgio Strehler nel 1981/82 con L’anima buona di Sezuan di Bertold Brecht. Ranieri è anche regista di opere liriche: realizza Pagliacci e Cavalleria rusticana allo Sferisterio di Macerata, L’elisir d’amore al San Carlo di Napoli, La traviata al Teatro Verdi di Trieste. Nel maggio 2007 sempre con La traviata è prima a Tirana e successivamente di nuovo al San Carlo di Napoli. Ora è in tour con i suoi due spettacoli Sogno e son destoin viaggio e Malia.

ranieri
Presenze al Rossini Opera Festival
Concerti
2018

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui a navigare nel sito, ci autorizzi a utilizzare i cookie sul tuo dispositivo.