Torna Matilde di Shabran

9 agosto 2012
120809matilde

Secondo appuntamento operistico per il Rossini Opera Festival 2012: Matilde di Shabran (in scena l’11, 14, 17 e 20 agosto alle 20 all’Adriatic Arena) è la ripresa di uno spettacolo che nel 2004 aveva riscosso uno dei successi più calorosi della storia trentennale della manifestazione. La regia di Mario Martone, premio Abbiati 2005, coadiuvato da Sergio Tramonti per le scene, Ursula Patzak per i costumi e Pasquale Mari per le luci, è caratterizzata da un taglio metafisico, tra il realistico e l’astratto, ove campeggia al centro della scena una doppia scala elicoidale, accesso all’antico castello che viene qui solo evocato, immaginato. A popolarlo sono Corradino, detto Cuor di Ferro per la sua totale dedizione alle arti marziali e per la sua accentuata misoginia, il torriere Ginardo e il medico Aliprando. Corradino, che riceve suo malgrado l’inattesa visita di Matilde, viene colpito  per la prima volta dagli strali del  Dio Amore e, nonostante gli inganni della gelosa Contessa d’Arco, sua pretendente, si lascia trascinare dai propri sentimenti e apre infine il suo cuore alla bontà riappacificandosi con i nemici.
Nel cast figurano Olga Peretyatko, Juan Diego Flórez, Nicola Alaimo, Anna Goryachova, Paolo Bordogna, Simon Orfila, Chiara Chialli, Marco Filippo Romano, Giorgio Misseri, Ugo Rosati e Luca Visani. Michele Mariotti dirigerà Orchestra e Coro del Teatro Comunale di Bologna.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui a navigare nel sito, ci autorizzi a utilizzare i cookie sul tuo dispositivo.