Il ROF torna alla ROH Muscat

23 Gennaio 2020
inganno230120

Terzo appuntamento per la collaborazione tra Royal Opera House Muscat e Rossini Opera Festival, che prevede la messinscena delle farse rossiniane nel Teatro di Mascate, capitale dell’Oman. Dopo L’occasione fa il ladro (ottobre 2017) e La scala di seta (marzo 2019) la manifestazione pesarese porterà nel teatro omanita il 27 e 29 febbraio L’inganno felice, produzione del ROF messa in scena nel 1994 (e ripresa nel 2015) a Pesaro da Graham Vick. La tournée si tiene in felice coincidenza con le celebrazioni del 228esimo compleanno di Gioachino Rossini, nato a Pesaro il 29 febbraio 1792. La collaborazione tra ROH Muscat e ROF proseguirà questa estate con la coproduzione della Cambiale di matrimonio, in scena al ROF 2020 e successivamente in Oman.

L’inganno felice, ripreso dallo stesso Vick, vedrà Diego Matheuz dirigere la Filarmonica Gioachino Rossini ed un cast di ex studenti dell’ Accademia Rossiniana “Alberto Zedda” composto da Laura Giordano (Isabella), Daniel Umbelino (Bertrando), Elcin Huseynov (Ormondo), Omar Montanari (Tarabotto) e Carles Pachón (Batone).

La tournée del ROF si inserisce in un più ampio progetto educativo cui il Sultanato di Oman attribuisce grande importanza e che prevede anche un workshop teatrale per gli allievi delle Università di Mascate organizzato da ROF e ROH Muscat.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui a navigare nel sito, ci autorizzi a utilizzare i cookie sul tuo dispositivo.