Nuovo successo per il Rof 2015
22 agosto 2015

Nuovo successo per la XXXVI edizione del Rossini Opera Festival. Il botteghino ha fatto registrare pubblico ed incassi in crescita rispetto alla scorsa edizione: 15.810 presenze (+3.7%) e 993.000 euro di incasso (+5%). La percentuale di stranieri si è attestata al 64,5%. Nella classifica delle presenze straniere figurano ai primi quattro posti Francia, Germania, Inghilterra e Giappone. Considerevoli risultati di vendita anche per USA, Austria, Svizzera, Belgio e Russia. Per la prima volta nella storia del Rof entrano a far parte fra le prime 15 Cina e Hong Kong. Le altre nazioni presenti al Festival (in totale ben 34, Italia esclusa) sono state: Australia, Argentina, Canada, Danimarca, Filippine, Finlandia, Grecia, Irlanda, Israele, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Nuova Zelanda, Olanda, Portogallo, Repubblica Dominicana, Romania, Scozia, Slovenia, Slovacchia, Spagna, Svezia ed Ungheria.

Anche gran parte dei giornalisti vengono dall’estero. Hanno realizzato servizi sul Rof testate provenienti (Italia a parte) da 30 paesi del mondo: Albania, Algeria, Argentina, Australia, Austria, Belgio, Città del Vaticano, Cuba, Egitto, Francia, Germania, Giappone, Grecia, Inghilterra, Lussemburgo, Marocco, Perù, Repubblica Ceca, Russia, San Marino, Senegal, Serbia, Slovacchia, Spagna, Stati Uniti, Svezia, Svizzera, Tunisia, Turchia e Venezuela.

Rai Radio3 ha diffuso in diretta su Euroradio il cartellone operistico della manifestazione, riproposto dalle radio di 12 paesi (Austria, Belgio, Grecia, Hong Kong, Inghilterra, Irlanda, Olanda, Polonia, Serbia, Stati Uniti, Svezia e Svizzera). Le tre opere sono state inoltre ascoltate in tutto il mondo in diretta online e, per una settimana, in streaming on demand sul sito web di Rai Radio3.

Il viaggio a Reims del 14 agosto e il conclusivo Stabat Mater sono stati trasmessi in diretta streaming sul sito web e sul canale YouTube del Rossini Opera Festival.

Imponente la presenza delle televisioni: oltre ai Tg Rai, hanno realizzato servizi RaiNews24, Tg5 e SkyTg24. Per la prima volta una testata africana, la televisione pubblica TeleMusik Senegal, si è occupata del Rossini Opera Festival. L’emittente, che produce contenuti per tutto il continente africano, è interamente dedicata alla musica e alla cultura in genere ed ha inviato una troupe per realizzare servizi sul Festival. La stessa Bayerischer Staatsoper ha prodotto una videointervista ad Alex Esposito in vista della prossima stagione lirica del teatro tedesco.

Presenti a Pesaro, accanto ai grandi nomi della critica internazionale, i rappresentanti di alcuni tra i più importanti teatri e istituzioni musicali: Royal Opera House-Covent Garden di Londra, Bayerische Staatsoper, Theâtre du Châtelet di Parigi, Theater an der Wien, De Vlaamse Opera di Anversa, Semperoper Dresden, Rossini in Wildbad, Opera Nationale du Rhin, Suntory Concert Hall, De Nationale Opera di Amsterdam, Teatro Nacional São Carlos di Lisbona, Teatro Comunale di Bologna, Teatro dell’Opera di Firenze, Teatro Carlo Felice di Genova, Teatro San Carlo di Napoli, Teatro Regio di Torino,.

Il XXXVII Rossini Opera Festival (8-20 agosto 2016) proporrà due nuove produzioni: La donna del lago (direttore Michele Mariotti; regista: Damiano Michieletto) e Il Turco in Italia (direttore: Speranza Scappucci; regista Davide Livermore), nonché la ripresa di Ciro in Babilonia, messo in scena con grande successo nel 2012 dallo stesso Livermore e affidato alla bacchetta di Jader Bignamini.