Studenti di musica cinesi e americani al Rof
16 agosto 2014

Oltre agli abituali gruppi di melomani e di appassionati che affollano i teatri pesaresi, quest’anno sono state al Rof due folte delegazioni di studenti di musica americani e cinesi, che hanno assistito alle recite di Armida. La prima era composta da 35 studenti di canto della Classic Lyric Arts di New York, in Italia nel quadro del programma estivo ‘La lingua della lirica’ ospitato a Novafeltria dalla associazione Voci nel Montefeltro. Gli allievi americani provengono da alcune delle migliori scuole di musica del paese: Juilliard School, Manhattan School of Music, Mannes School of Music.

“Le reazioni dei ragazzi sono state molto positive” spiega il professor Ubaldo Fabbri, a lungo collaboratore del Rossini Opera Festival. “Per loro è stata un’esperienza indimenticabile assistere ad uno spettacolo di un Festival così importante e conosciuto in tutto il mondo”.

La seconda delegazione comprendeva una quarantina di studenti e professori cinesi provenienti dai Conservatori di Pechino e Tianjin, in Italia per un mese per partecipare al programma linguistico-musicale ‘Lirica Italiana per la Cina’. Il programma, giunto quest’anno alla sesta edizione, è diretto dal professor Song Yi, Capo Studi Opera del Conservatorio di Pechino, e realizzato dal Centro Studi Italiani di Urbania, scuola di lingua e cultura italiana che da trent’anni richiama stranieri che da tutto il mondo vengono a studiare la nostra lingua e a perfezionarsi nel repertorio lirico italiano. “Non abbiamo mai sentito un Rossini così in Cina” ha commentato il professor Song Yi al termine della rappresentazione. “Tutto il gruppo è stato piacevolmente colpito dalle voci e dalla straordinaria regia”.

La lirica italiana riscuote in Cina crescente interesse, anche grazie alla presenza di Giuseppe Cuccia quale consulente artistico del Centro Nazionale per le Arti sceniche di Pechino. Sempre più frequente anche la presenza di studenti e artisti cinesi nel nostro paese. Proprio al Rof si sono affermati in questi ultimi anni personaggi quali il tenore Yijie Shi ed il direttore d’orchestra Yi-chen Lin, prima donna a dirigere al Festival pesarese, entrambi passati per l’Accademia Rossiniana diretta da Alberto Zedda. Sempre all’Accademia Rossiniana, è di quest’anno il debutto del baritono Yunpeng Wang, che ha interpretato il ruolo di Don Profondo ne Il viaggio a Reims.